venerdì 14 marzo 2008

Lasciateci la primavera !

IL GIORNALE il 14 marzo 2008
Bresciaoggi
Godere la primavera nel suo trionfale ingresso è un privilegio. Non toglietecelo! Sono rientrata rattristata dalla passeggiata mattutina perché – mentre le pratoline imbiancano i prati e i cespugli pieni di fiori gialli reclamano attenzione – io dovevo gestire i miei passi tra le buche del marciapiede. Impaurita e tesa perchè “ho già dato” a seguito di una brutta caduta (una spalla rotta, e notevoli sofferenze) ma, soprattutto, avvilita. Non chiedo molto e non lo chiedo solo per me. I giovani sfrecciano nelle loro macchine o con le loro moto e raramente passeggiano a piedi in città, E loro, i giovani, hanno (come noi abbiamo avuto) altri piacevoli diversivi, ma chi cerca conforto nella breve quotidiana passeggiata dovrebbe poterne trarre soddisfazione. Dovrebbero – almeno transitando sul marciapiede – sentirsi al riparo per vagare con lo sguardo tra le mille attrattive proprie della stagione. Le gemme, i fiori, il verde dei prati ! Molte “pantere grigie” vogliono dimenticare gli insulti del tempo e la fatica del vivere passeggiando serenamente. Abbiate cura dei marciapiedi, rendeteli transitabili e saranno in tal modo evitati anche costi ingenti per la sanità. E – per le esigenze dell’anima vi prego: Lasciateci almeno la primavera ! – r.m.

2 commenti:

JANAS ha detto...

e si hai proprio ragione...ci sono alcuni marciapiedi veramente tenuti i uno stato pietoso...in alcuni poi si ostinano a mettere alberi le cui radici fanno saltare tutta la pavimentazione, con delle vere e proprie trappole..non solo per le persone aziane, ma per i bambini, per quelli che vanno con la carrozzella ...mi ricordo come una cosa faticosa spingere il passeggino in una continua zigzag..e quando poi era proprio impraticabile e bisognava scendere dal marciapide c'era sempre qualche macchina parcheggiata che te lo impediva! adoro i viali con gli alberi fioriti ma almeno che scelgano alberi le cui radici vadano in profondità..comunque volevo farti notare che e il disagio è anche nelle strade, infatti anche quelli che vanno in moto rischiano di finire in buche pericolose... pure loro rischiano di non vedere altre primavere!!!

Jasna ha detto...

Cara Renata mi sa che quello dei marciapiedi è un mal comune, di ogni comune. non sai quanto ti capisco e ti comprendo. Ho lo stesso problema quando passeggio con il passeggino di Zoe. Devo fare le gincane. Buona domenica.