martedì 11 marzo 2008

Il pensiero del giorno - 11 marzo 2008

Il peggior scherzo che ci fa l’amore é che ci impedisce di essere felici da soli.

10 commenti:

Jasna ha detto...

Hai proprio ragione! Quando assapori la gioia dell'amare, il cuore inevitabilmente si divide in due.

silvia dell'isola ha detto...

hai ragione solo in due si conosce la completa felicità. Detto questo ti ringrazio molto per le gentili espressioni a me dedicate, la stima è reciproca, l'amicizia che ci unisce è splendida splendente.Guardando fuori dalla mia finestra ti assicuro che le parole della Resurrezione non sono scritte soltanto nei sacri libri, ma in ogni foglia della primavera.Un abbraccio

Dama Verde ha detto...

Cara Renata, arrivo qui da te, dopo un pomeriggio un po' movimentato.

Inevitabilmente la felicità deve essere condivisa e due è il numero giusto.
A volte mi capita di essere gioiosa, un nido tra la siepe, una musica dolce, la primavera che ci risveglia, poi la domanda incalzante: "A chi lo dico?"

Un caro abbraccio.

Renata ha detto...

Cara Dama Verde, ti poni un quesito non da poco! A chi lo dico? Ad un destinatario ideale, se sei capace di vivere i sogni. A me, se mi scegli come depositaria dei tuoi segreti. A te stessa, se sai bastare a te stessa e se senti che solitudine può essere sinonimo di libertà. Quello che conta è la consapevolezza che saper apprezzare è già - di per sè - un privilegio a cui chi è più sfortunato, anela senza speranza.Conclusione : vivi la speranza dell'incontro appagante. Può arrivare in qualunque momento indipendentemente dai paletti anagrafici. Ma -nell'attesa -non dimenticarti di vivere! Ti abbraccio. Renata - P.S. hai ricevuto la mia mail ?

Renata ha detto...

Cara Silvia dell'Isola mi hai appena confidato a voce di sentirti un'autodidatta semi/ disperara, ma ti assicuro che meriti un dieci e lode.E so che il voto verrai a leggero qui, prestissimo. La tua sete di conoscere - anche nell'ambito della tecnologia -ha un costo che conosco. Ne sto pagando anch'io il prezzo. Comunque il traguardo merita la fatica del difficile transito. Dai Silvia! avanti tutta....mano nella mano..Renata

Renata ha detto...

Cara jasna, mi hai spiazzata ed per questo che ho tardato a risponderti. Facciamo così : io interpreto come mi detta l'anima e tu mi dirai se ti sta bene. Quindi diciamo pure che (quando si ama)il cuore si divide in due ma, per consentire l'estasi propria dell'amore, il cuore deve esserci nella sua interezza, Quindi se ho ben capito tu cedi la metà del tuo e ricevi la metà dell'altro al fine di avere - ognuno - un diverso cuore intero. Ce l'ho fatta ? Dimmi di sì !Ti mando un bacione. Renata

Dama Verde ha detto...

Renata, mi limito per ora, a rispondere al tuo P.S.

L'ho ricevuta, coccolata e inviata a te la risposta.

Nel dubbio che si sia smarrita, te l'ho inoltrata di nuovo due minuti fa.

Ancora grazie,amica cara e Buonanotte!
A domani...

Jasna ha detto...

E' una sorta di dono, cedi una metà del tuo cuore all'amato. Almeno, Io quando amo, il mio cuore lo cedo volentieri.

Jasna ha detto...

Diciamo che permetti ad un altra persona di entrare nella tua anima. Il cuore è un organo che pulsa emozioni, quando sei innamorata, inevitabilmente batte forte. E' li che ti accorgi che il cuore non ti appartiene più nella sua totalità. Così va meglio!.

Renata ha detto...

Jasna, hai fatto un bell'approfondimento da persona ricca e generosa.Era già tutto chiaro ma, lo sai bene, che per noi ragazze, parlare d'amore è un po' come concederci un lungo profondo, liberatorio respiro. Bacio. Renata