venerdì 7 marzo 2008

A braccia aperte

Credo che la donna debba trovare il modo di gratificarsi (o di essere gratificata) ogni giorno, ma se c'è chi vuole offrirci l'8 marzo una mimosa vera o virtuale, accettiamo con gioia l'omaggio.
Ma - soprattutto - scambiamocelo tra di noi, un gesto di solidale comprensione e vogliamoci bene. Con i nostri contorsionismi mentali, con il nostro perfezionismo, con la nostra sete d'amore, con i nostri difetti palesi e nascosti, con la nostra fragilità, con la nostra forza.Vogliamoci bene ! Renata

3 commenti:

Dama Verde ha detto...

Ancora una volta, commossa dalle tue parole, applaudo a quanto scrivi, Renata.
Scambiamocele tra noi le mimose, accettiamole dagli amici, ma è fra noi che dobbiamo festeggiare, siamo noi, donne, che dobbiamo volerci bene e sentirci unite, solidali.
Buon 8 marzo Renata!

Renata Mucci ha detto...

Questa Dama Verde che comincio a intuire, mi entra dolcemente nel cuore. Mi trasmette carezzevoli sensazioni e mi invita a "braccia aperte" a cogliere affetto a piene mani. Preludio a un colloquio intenso. Bellissimo, promettente 8 marzo! Che si può volere di più ? Il mio cuore ha uno spazio infinito, disponibile e caldo. Grazie Dama Verde.

Dama Verde ha detto...

Grazie a te, cara Renata!