martedì 26 agosto 2008

Premi - cortesie interpersonali.

------------------------------------------------------
La vita, con i suoi percorsi accidentati mi ha insegnato e oserei dire imposto una certa cautela, ma oggi tolgo i freni alla ritrosia e chiamo in causa la vostra comprensione.

Perché ? Perché non so dare risposte ad un quesito che suscita le mie perplessità.

In alcuni blog campeggiano premi di vario genere che rappresentano un riconoscimento ai contenuti. Vengono proposti con simbologie diverse, accattivanti e dimostrative di un sentimento affettuoso che una persona (al massimo due) dedica ad un’altra.

Il premio è generalmente corredato da espressioni di stima che vengono accolte con grati sentimenti e mi piacerebbe conservare la motivazione tra le preziosità che conservo nella mia virtuale cassetta di sicurezza riservandomi la facoltà di non esporre nel Blog, i simboli dei riconoscimenti che mi sono stati assegnati.

Questo, con la certezza che non verrà messo in dubbio il gradimento che mi hanno procurato.

Questa gradita espressione di stima, rappresenta e sostituisce il classico mazzo di fiori che si manda e si riceve con gioia tra persone che, incontrandosi, hanno condiviso interessi, ragioni, sentimenti.

Quello che a me personalmente crea imbarazzo è esporlo e lasciarlo in vista eternamente sul mio blog.
Memore del fatto che perfino i generali espongono le loro medaglie solo nella occasioni ufficiali.

In concreto, mentre il momento dell’assegnazione mi procura gioia, il fatto di esporlo mi crea imbarazzo.

Ecco la domanda : posso accogliere il premio, ma non esporlo ?

Prevedo che la risposta sarà “ Fai pure quello che vuoi!” ma non vorrei che la condiscendenza nascondesse anche un lieve risentimento.

Sentirò con piacere le vostre opinioni in proposito. Renata

P.S. Lascierei il premio allo sviluppo della mente. E' stato il primo ed ha costituito un emozione irripetibile.
----------------------------------------------------

25 commenti:

desaparecida ha detto...

Ti parlo x me...che ormai sembra che ho una parete piena di premi...e che ammetto che ogni tanto guardandoli mi sento un po' ridicola e un po' esibizionista!

Si è vero,la risposta è "sei libera di fare qllo che vuoi"
ed è anche vero che forse qlcuno potrebbe risentirsi....

Allora io penso una cosa:
che con il passare del tempo si creano delle amicizie, dei rapporti che riescono a scandire le giornate a portarci confronto e scontro...e allora se qlcuno decide di regalarmi un oggetto io ho piacere a mostrarlo...x il semplice fatto che immagino sia stato un piacere darmelo.

Ma se se dall'altro lato qsto nn dovesse accadere...x me nn cambierebbe nulla...il mio piacere è,e rimarrebbe intatto!

E poi ognuno ha il proprio stile!!!

un abbraccio della buonanotte

Renata ha detto...

Desa - Mai sofferto e tribolato tanto come nello scrivere questo post.

Da un lato l'esigenza di chiarire, dall'altro la preoccupazione di non urtare la sensibilità di chi non lo merita.

La tua prima frase rispecchia la mia sensazione.

Se tu mi regali dei fiori, io non metto il vaso fuori dalla porta perché lo veda la mia vicina !

Tu sei stata molto gentile, stasera farò il bilancio tra i pro e i contro.

E nel frattempo, staremo assieme. Nu vasuneddu.

Jasna ha detto...

Renata che dirti... credo sia una scelta personale... d'altronde il blog e una stanza tua che arredi come più ti piace. mi fa piacere che lasci il premio alla mente... ti dirò che come ideatrice l'ho trovato esposto in blog in Francia... in internet facendo ricerchi per trovare immagini l'ho visto esposto in blog veramente belli ed interessanti. Certo per chi te lo dona.. vederlo esposto con la nomination di ci te la donato è un motivo di orgoglio in più... credo che tutti ambiscano a dei premi io per prima . puoi se ti va crearti uno spazio nella barra latrare con l'elenco senza esporre i premi... con l'elenco dei blog che te li ha donati. d'altronde i premi vengono fatti per far conoscere ad altri blog immergenti e non.... a te la scelta....

Anonimo ha detto...

....però, virtualmente anch'io questa mattina desidero conferirti un premio per la tua modestia e per la tua riservatezza.
Poi, a mio avviso, sei libera di fare quello che più ti aggrada.
Tuttavia io, al tuo posto, esporrei i simboli dei riconoscimenti che ti sono stati assegnati. E' giusto che TUTTO IL MONDO il tuo valore.
Cari saluti.
Mario

Anonimo ha detto...

(errata corrige: ....TUTTO IL MONDO riconosca il tuo valore)

Mario

GlitterVictim ha detto...

Ciao Renata! Certo che puoi accettare il premio e non esporlo in bacheca. Io solitamente lo ricevo, scrivo di averlo ricevuto (con una certa soddisfazione ed un po' di gongolamento) ma non lo lascio in home a vita.
Puoi scegliere di fare anche tu così.

Un abbraccio.

Luigina ha detto...

Renata cara, confermo il suggerimento che ti ho dato anch'io in email e che coincide con quello di Jasna e riporto qui con qualche leggera modifica " .... anch'io ho lo stesso problema. Da quando son tornata dall'ospedale non ho ancora ritirato tutti i premi che mi hanno assegnato. Stavo escogitando una soluzione per salvare capra e cavoli senza offendere nessuno e penso di averla trovata. A parte quella di scrivere questo post garbato che approvo al 100%, lo potresti salvare come testo o solo il link nella barra a sinistra al posto dei premi, aggiungendo l'elenco di tutti i premi che ti son stati assegnati e il nome di chi te li ha dati. Confermo che esiste l'opzione nel layout col nome di Elenco cui puoi mettere il titolo "Premi ricevuti" . Appena lo avrò fatto se non ci riesci ti aiuterò a farlo

stella ha detto...

Mi sento chiamata in causa pure io.Espongo i miei premi, perchè così ho sempre vivo il ricordo di chi me li ha donati.Poi c'è chi gradisce,ma non espone per pudore o altro e io rispetto il suo punto di vista .
Con stima

Renata ha detto...

JASNA - MARIO - GLITTERVICTIM -
LUIGINA - STELLA
Che dire? Avete tutte dato una bella dimostrazione di come possa essere gratificante parlare a cuore aperto, con affettuosa sincerità.

L'unica cosa che posso fare è assegnare a tutti il meritatissimo, sfolgorante premio SOLIDARIETA'.

E ribadire che la tecnologia è la cosa più bella che si sia !
(non è vero in assoluto, ce ne sono altre, ma la rima ha le sue esigenze) Un abbraccio. Renata

stella ha detto...

Grazie renata!

Michele Giordano ha detto...

Renata,io penso che esporlo non significhi necessariamente "farlo vedere". Penso,piuttosto,che significhi restituire - a chi me lo ha donato - il giusto riconoscimento per il pensiero,l'affetto e la stima che ha dimostrato col suo gesto.
Il blog è una dimora: in essa possiamo accogliere chi merita.
Grazie.
Un abbraccio.

zahxara ha detto...

Ciao carissima,
come ti sento vicina, anche in questo!
Anch'io mi sono posta questo dilemma; amo ogni premio che mi è stato assegnato ed ognuno l'ho vissuto con gioia ed emozione, di qualche premio devo ancora scrivere e ringraziare chi me lo ha donato (non l'ho ancora fatto per mancanza di tempo e non mi piace buttare giù due parole così di corsa) però non ne ho esposto nessuno, anche se spesso medito di creare un angolo dove dare giusta collocazione, perchè se da un lato non voglio dare troppo spazio al mio orgoglio dall'altro vorrei dimostrare, a chi mi ha ritenuto degna del premio, la gioia che mi ha dato l'averlo ricevuto.
Pro e contro!
Spero di aver reso idea dei miei sentimenti contrastanti; perdonatemi, vado così di corsa, che sempre più spesso mi rimane il dubbio su quello che ho scritto.
Un abbraccio.... a tutti......

Renata ha detto...

Michele - una voce a favore che esprime un concetto molto presente nel mio post.

La preoccupazione, infatti, era quella di esprimere "il giusto riconoscimento" senza abdicare a esigenze personali.

Personalmente e ripeto personalmente mi imbarazza un po'
esibire, ma chi lo fa con gioia e con gentilezza di pensiero gratifica certamente il proponente.

Mi sono ingarbugliata ? Ma tu mi capisci vero?

Il rispetto per tutte le esigenze deve essere prioritario. Questo chiedo e questo offro. Grazie e buona giornata.

Anonimo ha detto...

Non dimentichiamoci che il BLOG, in quanto tale sia una vetrina, seppur virtuale, dove chiunque.. il blogger, come il commentatore..si "esibisce"…inutile negarlo..
Sono quindi convinto che il conferimento di un blog-premium da parte di chicchessia, APPARENTEMENTE O IN PRIMA BATTUTA, serva a gratificare il destinatario del premio, ma sotto sotto –nemmeno poi tanto- sia fonte di APPAGAMENTO PERSONALE.
Il ruolo di chi "conferisce"…è notoriamente sempre superiore, per una ragione o per l’altra, al ruolo del destinatario..un Proietti, uno Sgarbi o un Moravia, nella loro vita, avranno certamente sottolineato il talento di qualche neo-artista..il contrario, mi sembra che si verifichi un po’ meno..:-)

Mi volete dire che trattasi di un gesto unicamente affettivo…?..ok…ci sto, ma allora concordo fortemente con Renata che equipara quel gesto ad un mazzo di fiori…i fiori appassiranno, ma la gioia di averli ricevuti, rimarrà perenne nel suo ricordo.

Scusami Renata, ma con il nome che ho, non posso che andare controcorrente..oltretutto, visti i premi:-) che esaltano le tue caratteristiche di "apertura", non potevo non dire la mia..quella di Pierino..
Un caro saluto

Anonimo ha detto...

Il mio pensiero è abbastanza vicino a quello dell'ultimo commento.
Voglio comunque complimentarmi con Renata per il garbo che ha mostrato nel trattare l'argomento.
Ti dò un consiglio..anzi, non te lo dò, perchè certamente non rinuncerai ad essere te stessa,nel rispetto degli altri.
Un abbraccio
Arianna

Renata ha detto...

Zahzara - Hai reso perfettamente l'idea e ti ringrazio per avermi regalato un po' del tuo tempo.

Mi par di capire che la pensiamo esattamente allo stesso modo.

Esporre il premio è una scelta soggettiva che non ha niente a che vedere con l'intensità del gradimento.
-------------------------------

PIERINO, Tutto vero, tutto giusto, tutto sacrosanto.

Ma io sono e rimago convinta che l'assegnazione abbia quella bella connotazione affettiva che contraddistingue appunto "il mazzo di fiori".

Non ripeto quello che ho detto a Zahxara, ma mi farà piacere se lo leggerai.

Un bacino e un grazie.

Renata ha detto...

ARIANNA - che piacere. Sei sempre molto gentile però, quel consiglio....perché non me lo dai ?

Lo ascolterei con piacere.

Un abbraccione.

il Russo ha detto...

O.T. Grazie per le belle parole.

silvia dell'isola ha detto...

Carissima Renata mi fai pensare a quel delizioso canto di gheisa:
"Nella mia felicità mi nascondo come la lucciola:
quando si nasconde si nasconde in un raggio di luna."
Io farei ogni tanto una bella sfilata come gesto di ringraziamento e poi...via, nel cassetto del cuore, non come fiori che appassiscono ma come semi che sbucano ogni tanto per dirti " è primavera".
Un abbraccio a tutti gli amici del tuo salotto.

Renata ha detto...

Il Russo - Grazie a te, ancora.
------------------
Silvia dell'Isola
eccola qui la mia cara amica con sagge, gentili espressioni.

Un abbraccione.

Aliza ha detto...

Non entro nel merito della discussione perchè in realtà non ho un'opinione in proposito...solo un saluto e buona notte quando arriverà A.

Renata ha detto...

ALIZA Buonanotte anche a te.

In merito al post, sembra tutto chiarito.

E' stato uno scambio di idee, garbato e soddisfacente. Grazie.

Pellescura ha detto...

Il primo premio non si scorda mai, specie per chi come me non ha mai vinto nulla, neanche ad un torneo di bocce.

Renata ha detto...

Pellescura ! ti accolgo con un abbraccio. E poi aggiungo che secondo me non sei sincero!

Davvero non c'è mai stata qualcuno che ti ha rivolto uno sguardo speciale ? Pensaci ! Uno di quegli sguardi che ti svuotano l'anima, che ti fanno sentire leggero leggero e ti inondano il cuore di felicità.?

Senza parole, magari, senza seguito forse, ma nel cuore ne conservi ancora l'eco.

Un bel premio, dai !

E se davvero non l'hai avuto...l'avrai. Il destino ne ha in serbo uno...per ognuno di noi. Bacio.

Pellescura ha detto...

Grazie, cmq è vero, sono un po'lamentoso, qualche soddisfazione l'ho avuta anch'io. :-)