venerdì 22 agosto 2008

Pensiero del giorno.

---------------------------------------------------
Molti uomini, purtroppo, non conoscono l’età matura.
restano giovani a lungo, poi…..diventano rimbambiti!

-------------------------------------------------------
Vorrei anche rivolgermi a chi abdica al suo impegnativo ruolo
di genitore per assumere quello di amico dei propri figli.
Sedendosi in barca accanto a loro li privano del timoniere
ed eludono una responsabilità che avrebbero dovuto assumersi,
fin dal primo vagito.
-------------------------------------------------------

13 commenti:

Fracisco Pizarro ha detto...

noi per sempre saremo giovani, sempre c`è un bambino in noi

baci baci saludos amiga mia

Renata ha detto...

Hola Fracisco,

gracias por ser como eres y mil y mil besitos para ti!

Buenos dias y mil besitos !

Fine del mio spagnolo. Ti leggo con piacere. Un abbraccio, amigo !

Anonimo ha detto...

Per fracisco e non solo..
L'importante è che "il bambino che è in noi", non alberghi dentro ad un adulto, ma..ad un altro bambino:-)
Che ne dice quella adulta-bambina di Renata?
Arianna

Renata ha detto...

Cara Arianna, concordo con Fracisco e con te.

Bueno tenere il bambino che è in noi, purchè si assesti nello spazio che gli compete.

L'uomo può sorridere al bambino....senza mantenersi pateticamente infantile.

E' sempre una questione di equilibrio.

Luigina ha detto...

Approvazione incondizionata anche se non sempre il genitore che vuol restare adulto non sempre è apprezzato dal figlio non ancora genitore

Renata ha detto...

LUIGINA, ti capisco perchè i mugugni dei figli rientrano nella normalità.

Io ho scelto di non comprare il sorriso di mio figlio bambino, nella speranza di rivedere quel sorriso sulle labbra di mio figlio adulto.

Questo ricordando con gratitudine i no che i miei genitori hanno saputo dirmi.

Come genitori - fatte le scelte - restano le speranze.

stella ha detto...

Brava renata,condivido !
Grazie della visita,sono tornata dalle vacanze.

zahxara ha detto...

Ci sono anch'io.....
concordo naturalmente!
un cestino pieno di mille farfalle dai mille colori; ogni colore un "besito" per te!

Renata ha detto...

Stella . Ti ho dato il bentornata sul tuo blog. e qui....un abbraccio.
---------------------
Zahxara - Ma tu, non devi pensare a fare i miliardi !? ! ?

E' già finito il lavoro ?

Cara, carissima amica, so che sei stanca davvero tanto perchè quando gli altri riposano tu devi impegnarti doppiamente.

Ma verrà settembre con i suoi grappoli nei vigneti e noi ci faremo compagnia.Besitos.

Aliza ha detto...

certamente vero, bello l'esempio del timoniere, è vero anche che molti genitori "crescono" con i loro figli.
Buona notte A.

Renata ha detto...

Ciao Aliza, hai segnalato un'altra eventualità.

Ma se un genitore "cresce" assieme a suo figlio, dovrà avere l'intelligenza di non farglielo capire, ma approfittare di questa opportunità.

E, comunque.....tenere presente che i ragazzi sono in un vascello nell'oscutìrità : hanno sempre bisogno di un faro.

Jasna ha detto...

non condivido il comportamento immaturo in un uomo, soprattutto se quest' ultimo è padre. condivido un comportamento infantile in un uomo , quando si mette a confronto per il proprio figlio per educarlo. facendo si, trova un linguaggi più verosimile a quello del piccolo che si appresta a crescere e ad imparare. il più delle volte l'immaturità del uomo è un' alibi per fare i propri comodi.....

Renata ha detto...

JASNA- hai ragione, dovrebbe essere chiaro che un comportamento tollerabile a 16 anni, non lo è più a 36.

Se diventa un alibi per non assumersi responsabilità....è davvero un grosso guaio !

Il tutto vale chiaramente per l'uomo come per la donna.