domenica 17 agosto 2008

Concorso di colpa..

----------------------------------------------
E’ meglio cedere il passo a un cane anziché esserne morsicato
per aver voluto passare prima di lui. (A.Lincoln)
----------------------------------------------
Se ieri mattina non non avessi prontamente frenato - pur avendo la precedenza all'interno di una rotonda - non sarei qui oggi ad augurarvi "buona domenica." r.m.
----------------------------------------------------------------

8 commenti:

Aliza ha detto...

Cara Renata che gran spavento, ma non ti sei smentita, hai subito intuito cosa stava succedendo. Brava, alle volte si guida distrattamente, non è il tuo caso per fortuna, buona domenica veramente A.

Renata ha detto...

ALIZA - ecco perchè mi è tornata alla mente l'aforisma che prospetta l'opportunità di cedere il passo al cane!

Sono molte le lapidi che potrebbero esibire la scritta:

"E pensare che aveva ragione!"

Un abbraccio partucolare.

calendula / trattalia ha detto...

io non guido, mi rendo conto che è una grave mancanza ma non ci riesco, la macchina mi terrorizza!! e quando salgo nelle auto delle altre persone mi rendo conto che per guidare con sicurezza bisogna avere cento occhi e tutti i sensi all'erta...i distratti alla guida sono tanti, come sono tanti quelli che guidano in maniera criminale consapevolmente!!!

Renata ha detto...

CALENDULA.
Non ho potuto permettermi a 18 anni patente e vettura.

Mi sono conquistata questo privilegio a quarant'anni con la mia gloriosa Fiat 500 a rate. Ricordo che, avendo superato ampiamente l'età dell'incoscenza ho dovuto superare la paura.

Un mesetto con un buon istruttore di una valida scuola guida, la patente tra le mani e la paura nelle vene.

Uscivo al mattino nelle strade semivuote, un'oretta ogni giorno ma la paura è sparita quando mio figlio (ventenne all'epoca)mi ha fatto riflettere "La macchina fa soltanto quello che vuoi tu. Come fai ad averne paura? Devi solo conoscere bene il funzionamento. Come per la lavastoviglie, il forno nuovo, il microonde. Dai mamma!"

E' andata bene e mi servo quotidianamente della vettura e in quanto agli immancabili deficienti a quattro ruote...non mi metto in competizione con loro. cedo il passo, o il sorpasso.

Davvero non vuoi provare ? I cento occhi, ci vogliono anche a piedi, non te ne sei accorta. e far guidare agli altri, non è sempre una salvaguardia. Pensaci. Io incrocio le dita per te.

Luigina ha detto...

Leggo solo ora del pericolo che hai corso. Si vede che hai un bravo angelo custode.
Anch'io ho preso la patente a 40 anni, ma non ho avuto la fortuna di avere un figlio e un marito che mi incoraggiassero a guidare

calendula / trattalia ha detto...

ci farò un pensierino...grazie per le tue parole sempre preziose...

Jasna ha detto...

Santa frenata! Renata non era il tuo momento......

alianorah ha detto...

Hai fatto benissimo a frenare e se poi hai anche mandato a quel paese l'altro conducente, hai fatto ancora meglio!