sabato 20 settembre 2008

Cercando Dio !

------------------------------------------------
Se avessi convincimenti più saldi e fede sufficiente farei di tutto per portare l'eventuale interlocutore a riflettere sulla bellezza della fede e sulla certezza dell'esistenza di Dio.
Credere, rappresenta un traguardo dal quale si trae sempre conforto. Non è cosa da poco!
Se in tema di fede mi sento confusa so comunque che Dio é talmente grande che accoglierà anche me tra le Sue grandi braccia. Lui sa che il mio rifiuto riguarda le impalcature che le varie religioni (così lontane dall'essenza) gli hanno costruito intorno.
In ogni settore la coerenza, la concretezza e la credibilità dovrebbero trovare spazio. La fantasiosa creatività dovrebbe, in questo settore, predisporre argini. Un ammonimento, frequente nella mia adolescenza recitava: “Prima le scarpe e poi le piume sul cappello” per significare che al primo posto sta la concretezza e solo molto successivamente ci si può dedicare a superflui fronzoli.
Con un po’ di elasticità mentale, si ha però il dovere di distinguere. Certamente Beethoven, Mozart, Raffaello e la folta schiera di artisti hanno posto piume che ancora oggi arricchiscono l'umanità trasformando il lirismo più alto in ricchezza interiore, ma le impalcature fantasiose e incoerenti che vogliono materializzare la fede, difettano di quella coesione che, in questo settore, sarebbe invece auspicabile.
Rappresentare un Dio nato in una capanna, e costruire poi gerarchie ecclesiastiche; far risalire l'origine dell'uomo a qualcosa di incestuoso, ritenere plausibili, con le crociate, guerre intrise di prevaricazioni dell'uomo sull'uomo, pensare all'inquisizione, ai Papi che procreavano allegramente e decidevano poi in merito a presunte eresie, condannando al rogo chi minacciava il doro predominio e quant'altro !?
Non dimentichiamo gli eroismi dei missionari, delle suore che hanno vissuto in terrena santità, ma poniamoli in quello spazio riservato agli essere superiori. Non credo di dover andare in un luogo particolare per sentire Dio vicino a me. Credo che seguire i dettami spontanei della coscienza sia già un'offerta gradita a Dio.

Credo in un Dio che "vede" e mi discosto da coloro che mi insegnano come aggirare i suoi insegnamenti. Se il sesso deve essere finalizzato alla procreazione perché legittimare un metodo (Ogino Knaus, per ricordarne uno) che si ripropone comunque quel fine? Ecco perché il mio annaspare non avrà fine.
Vorrei urlare "credo", ma Lui non ha bisogno di sentirmi urlare, e sa anche che sono disorientata davanti ai disastri naturali,alle guerre, alle valanghe, alle bare bianche, alle sofferenze inspiegabili, al calvario dei malati senza speranza, alle torture, alle violenze, e rabbrividisco quando entro nei reparti oncologici infantili.
A Lui chiederò un giorno: Perché ?
---------------------------------------------

11 commenti:

Marco Marsilli ha detto...

Ciao Renata,

il problema è se Dio esiste allora è onnipotente. Più ci penso e più mi convinco che l'onnipotenza, come tutte le cose assolute, sia male.
Molto probabilmente, inoltre, l'onnipotenza non esiste affatto, in quanto la sua sola esistenza genererebbe terrificanti contraddizioni e paradossi.

In pratica, non solo l'interpretazione umana di Dio è fallace e contraddittoria ma ci sono seri motivi per pensare che, anche se l'idea di Dio è consolatoria, essa sia errata alla radice.

Peraltro la umana moralità del personaggio Gesù nei vangeli è e resta un obbiettivo da raggiungere per tutta l'umanità.

Baci,
Marco

Luigina ha detto...

Muccina, ci siamo addormentati e svegliati con riflessioni importanti;)Buona domenica! A più tardi

MasterMax ha detto...

Ciao cara Renata, anch'io come te sono abbastanza combattuto. Onestamente non so se davvero esiste un'entità superiore chiamata Dio, Allah o in qualsiasi altro modo, ma se davvero c'è, nel momento in cui lo incotrerò (spero il più lontano possibile) mi deve molte spiegazioni.
Un abbraccio e un augurio di una serena domenica.

Max

Anonimo ha detto...

Di nuovo (dopo il messaggio sul tuo Cell.) buon giorno Cara muccina !
Questa sera alle 18,30 andrò a messa come consuetudine. Consuetudine ? O educazione impartita sin da giovinetto ? Ho studiato dai frati del Luzzago !
Certamente anch'io ho dei grandissimi dubbi. Di fronte a certe calamità. a certe situazioni di popolazioni che non hanno nemmeno da mangiare e mi chiedo, come tanti : "ma Lui dove era ? dove è ?" Ecco che anche la mia fede traballa, e traballa molto !
Mi auguro almeno che per tutti gli afflitti, per tutti i sofferenti, per tutti i disgraziati di questo mondo ci sia..poi davvero il paradiso. Ma c'è il paradiso ?Speriamo ! Quanti dubbi !
Andrò comunque anche oggi a messa !
Cari saluti.
Mario

Renata ha detto...

Marco Marsilli - Vedo che anche tu hai alcune perplessità,e rilevo una contraddizione : Affermi "l'idea di Dio è errata alla radice" e anche che "la umana moralità del personaggio Gesù nei vangeli è e resta un obbiettivo da raggiungere" ? In concreto fatico a capire.Ti auguro una bella domenica e un'ottima ripresa lavoratova. A presto.
---------------------------------
LUIGINA- in fondo sono le riflessioni di sempre. A volte...riaffiorano soltanto. "Cercando Dio" viene da un appunto di alcuni anni fa, oggi soltanto rielaborato. Ti raccomando ! Un bell'inizio di settimana. e buona serata.
----------------------------------
Mastermax -Certamente - se c'è - può chiamarsi come vuole, ma è soltanto uno. Poi, ogni popolo, gli ha costruito attorno ciò che riteneva giusto a rappresentarlo.
La tua frase conclusiva, mi piace "da matto"! Buona serata.
----------------------------------
E al mio caro amico Mario....cosa dirò? Dirò quello che dico a me stessa. Se Lui è grande (come penso debba essere) mi capirà. Questo è il mio modo di credere seguito da un comportamento possibilmente onesto. Vai a messa se con questo ritieni di onorare quell'Ente superiore in cui cerchi, come molti, di credere.E dopo, passa una buona serata. A presto.
----------------------------------

Aliza ha detto...

Cara Renata, Dio è un'esperienza. Puoi sentir dire che la Sacher torte è buona ma fino a che non la assaggi puoi giustamente pensare che sia una leggenda. Dio si lascia assaggiare così chi lo "conosce" non ha più dubbi. Potrà avere certamente molti altri dubbi ma non sulla sua esistenza perchè lo ha "conosciuto". Gesù è il volto di Dio venuto sulla terra, è un fatto. La sua morte sulla croce per noi è l'amore di Dio. Nella resurrezione di Cristo c'è la resurrezione anche per chi crede in lui. La paura della morte non ci schiavizza più e noi siamo finalmente liberi,possiamo amare anche i nemici. Cose grandi se pensiamo che tante volte non riusciamo ad amare neanche gli amici e noi stessi. Un bacio A.

P.s. non ho commentato prima perchè sono stata fuori per un matrimonio, grande festa. ciao

Renata ha detto...

Aliza- Sento dalle tue parole che hai una fede ben radicata. Hai quindi un grande privilegio.
Credere e non avere dubbi fortifica e aiuta.
Mi fa piacere che tu abbia passato una bella giornata e, adesso, una buona nanna è quello che ci vuole e che ti auguro. Grazie per il tuop passaggio.

francesco ha detto...

cara renata , io tuo scritto su dio esprime quello che io penso ma che non sono mai riuscito a scrivere.grazie di averlo fatto tu per me
francesco

Renata ha detto...

FRANCESCO - Sei il mio chirurgo preferito ? Sei proprio tu ? E con tutto il tuo carico di lavoro.... Grazie. - Al tuo commento rispondo che siamo in tanti, sai, a sentirci confusi. Ripeto convinta che l'agire onestamente ti mette sempre in condizione di credere, almento in te stesso e nel buon uso dei tuoi talenti. Per guardare avanti con fiducia, spero che basti. Un abbraccione.

francesco ha detto...

certo che sono francesco il manologo,sono riuscito a scriverti!buona serata

alianorah ha detto...

I tuoi dubbi sono anche i miei. Forse io ne ho pure di più.