domenica 6 aprile 2008

Il pensiero del giorno - 6 aprile 2008

Le tegole che ci ripareranno dalla pioggia, vanno poste....quando c'è il sole.

9 commenti:

Lucignolo ha detto...

Io ancora lo sto costruendo 'sto tetto !

Sarà che ogni tanto "una tegola" mi casca sulla testa ?

E' così che di tanto in tanto, anche se piove, sto lì a metter toppe !

ByBy

Renata ha detto...

Ciao lucignolo! Sorrido sempre nel veder apparire il tuo "ciuchino"!Che sia feeling ? Buona domenica e per via delle tegole....lavora! non ho mai visto soldi facili. A presto.

holden ha detto...

Ma in caso di emergenza anche quando piove:) salutoni
Holden

silvia dell'isola ha detto...

Al tetto della tua saggezza un mazzo di margherite.
A Renata
Nelle notti di aprile,
le margherite
dagli occhi sognanti
appendono al vento
la gonna leggera
dei petali bianchi.
Si specchiano nude
nel chiaro di luna,
bagnate di luce
su tutta la pelle
si tuffano in cielo:
diventano stelle.
e.a.n.

Renata ha detto...

Holden: parole sante, Le emergemze anzitutto. Grazie per la visita.
----------------------------------
Silvia dell'isola. Chge bella sorpresa. Addirittura una bella, fresca poesia ! Un abbraccio ': So che non basta, ma io te lo dedico col cuore.

Jasna ha detto...

Dipende da cosa vuoi vedere dal tuo tetto...! Un grande pittore come Caravaggio distruggeva le soffitte, e bucava i tetti per far filtrare la luce giusta per le sue opere luminose. Credo che neanche in una vita di sole si possa costruire un tetto che ci ripari completamente dalla pioggia. Ogni tanto è bello sentire l'acqua sulla faccia... ci aiuta a riflettere e a capire che ci sono climi differenti tra loro. Grazie Renata per questa perla di saggezza.

angelo dei boschi ha detto...

Un grande pensiero, anche se può sembrare l'uovo di colombo!
Però concordo con jasna su una cosa, a volte è veramente necessario costruire un tetto?

silvia dell'isola ha detto...

Mi piaceva dormire nella casa im montagna di zia maria . noi sorelle nel letto con l'ombrello spalncato tic tac
e quando non entravano gocce
entravano stelle.
Dolcissimi ricordissimi.

Renata ha detto...

"e quando non entravano gocce
entravano stelle." Solo silvia dell'isola poteva scrivere queste poche, intense parole. GRRRRRazie !
-----------------------------------
Jasna concorderà con Silvia,certamente!
Estemporanea e gioiosa com'è sempre pronta a proporre i colori dell'arcobaleno! Un abbraccio.
-----------------------------------
Angelo dei Boschi, certo che non è "proprio necessario" costruirsi un tetto ma, sapessi quanto è utile....! Due baci.