venerdì 25 luglio 2008

Pensiero del giorno.

-----------------------------------------------------------------------
Una persona non si giudica per ciò che legge, ma per ciò che rilegge.
Si legge per curiosità e si rilegge per scelta ! r.m.
-----------------------------------------------------------------------

11 commenti:

calendula ha detto...

Per scelta ho letto e riletto Il piccolo principe di Saint exupery, l'ho letto da bambina, da adolescente e in questi ultimi anni, ogni volta ha dei significati diversi, profondi, delle verità bellissime che mi svelano come cercare di essere migliore,ho letto tante volte uno nessuno centomila, per ricordarmi che dentro di me ci sono mille sfacettature, rileggerò Spingendo la notte più in la di Mario Calabresi, c'era un buco formativo nella mia coscenza critica sugli anni 60/ 70 in Italia, ora lo sto colmando.

Pellescura ha detto...

Io ho letto una dozzina di volte bar sport di stefano benni, che vorrà dire?

Renata ha detto...

CALENDULA - Sei del mio parere, a quanto dici, E' davvero bello gustare qualcosa che già si è apprezzato. Hai ragione.Un besito
-----------------------------------
PELLESCURA Non conosco "Bar Sport" di Stefano Benni. Quindi devi darti da solo la risposta a "Che vorrà dire" !Ma ti trovo un po' ermetico e mi sfiora il dubbio che tu senta già aria di vacanza, voglia di leggerezza, di risate. E' così? Stai garbatamente sfottendo? Ti mando un sorriso.

silvia dell'isola ha detto...

cara renata, prima di tutto grazie per l'appuntamento quotidiano con i tuoi pensieri. Leggerti è veramente una piacevole compagnia.E subito per te queste due righe che mi sono molto piaciute, sono di Sam Savage nel libro Firmino:"I libri dovrebbero essere gratuiti, un servizio pubblico, come i lampioni delle strade." OK Un affettuoso abbraccio silvia

Lucignolo ha detto...

Io solitamente, provo a rileggere i miei punti fermi, i miei schemi comportamentali e i miei giudizi divenuti pregiudizi...,
vorrei esser più curioso, per scavarmi dentro meglio !

Luigina ha detto...

E nel rileggere si scopre sempre qualcosa di nuovo che alla prima lettura ti era sfuggito. Anche quando rileggo i tuoi post mi succede

Pellescura ha detto...

Cmq non era ironico, davvero.
Riesco a leggere cose decisamente leggere e desidero sorridere. E Benni è uno che mi fa ridere, assai.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Io ho riletto 3 volte l'Arte di Amare di Eric Fromm, 2 volte i sommersi e i salvati di Primo Levi.
Ciao Renata grazie per essere passata nel mio blog. A presto...

scricciolo ha detto...

Ho letto tre volte il "valzer degli addii" di M. Kundera, la prima quando avevo 20 anni, la seconda a 29 e la terza qualche settimana fa....ma ancora non ho capito che vedo l'amore e l'innamoramento nello stesso modo in cui li vede l'autore!!
Buon fine settimana!!

Renata ha detto...

Silvia dell'Isola - Sempre belle le tue citazioni.Paragonare i libri che rischiarano le strade ai libri che illuminano la mente, è geniale, oltre che vero. Ricanbio l'abbraccio!
----------------------------------
LUCIGNOLO.sei sufficientemente attento a te stesso e agli altri.E sei anche positivamente curioso. Avanti così !
-----------------------------------
Ciao LUIGINA, è una gioia riaverti fra noi! Sempre gentile e affettuosa. Grazie.
-----------------------------------
PELLESCURA - la tua voglia di allegria...traspare, ed è piacevolissima. Hasta luego y......
alegria para siempre !
-----------------------------------
SCHIAVI O LIBERI. La tua risposta sa di condivisione. Che bello ! grazie a te, per essere qui. Buona serata.

stellastale ha detto...

aassolutamente d'accordo
sono pochjissimi i libri che ho riletto