mercoledì 31 agosto 2016

E...ricomincio a sperare !

-------------------------
Ieri, non riuscendo ad alzarmi dalla sedia per il lancinante dolore alla schiena e all'anca, confesso umilmente, ho pianto. Poi ho sorriso per questo mio cedimanto ed ho chiesto aiuto al mio medico, che ringrazio per essere sollecitamemnte intervenuto con una "terapia del doore" che ho iniziato immediatamente. E riapro il cuore alla speranza !

N.B. - Io sono il cerbiatto e voi, siete ben rappresentati dal paziente, amorevole amico a quattro zampe

lunedì 29 agosto 2016

Niente ci è dovuto e niente è facile !

---------------------------
IL GIORNALE 1° sett.2016
GIORNALE DI BRESCIA 4 sett. 2016
Lettere al Direttore

Caro Direttore, vuole aiutarmi e rivautare il lunedì che alcuni avversano ? Anzitutto, tornate al lavoro . ai giorni nostri - è un privilegio e a ciò aggiungo un mio personaissimo penmsiaro ! Io amo il lunedì perchè l'idea di ricominciare è per me, sempre stimolante.
Elenco - abituamente . quello che ho e trascuro quello che manca e finché - in tema di efficienza fisica - posso godere, anche soltanto del 50 % di quello che avevo nei verdi anni, mi reputo fortunata. Mi sento lucida e produttiva e ho tanto affetto intorno a me. II cielo è sereno, e sorrido alla mia Ketti mentre sussurrio : " Dai piccolina, RICOMINCIAMO !"


domenica 28 agosto 2016

Ecco il calor del sol, che si fa vino !

-------------------------
Giornale di Brescia - domenica 28 agosto 2016
block notes di renata mucci

--------------------------------- Con l‘approssimarsi del mese di settembre vago incuriosita.  alla ricerca virtuale dei vigneti e dei grappoli turgidi dell’uva matura, pronti per la vendemmia. Nell’’immaginario collettivo la vendemmia evoca la gioia e l’ allegria , ma non è soltanto questo che la caratterizza ! Una buona vendemmia premia  un lavoro attento, costante e faticoso che finalmente, placa l’ansia dell’attesa. Un’improvvisa grandinata può infatti devastare una vigna e chi coltiva la terra lo sa bene e la teme fino all’ultimo giorno. Una terra come la nostre - a intensa vocazione vitivinicola – ritrova a settembre un fervor d’opra, indubbiamente affascinante che la coinvolge da cima a fondo. In Liguria, nella zona delle Cinque Terre, gli instancabili vignaioli, coltivano e raccolgono l'uva affrontando faticosi dislivelli. Dall'altro capo della nostra penisola, a Pantelleria inizia la raccolta di uve dolcissime dalle quali si ottiene il  prestigioso passito,  che è diventato una reale. concreta difesa contro l'abbandono di una terra, tra le più belle d'Itaia. Per onorare il merito – e non solo per  amor di campanile – guardo con giustificato orgoglio ai nostri fertili e privilegiati territori della Valtenesi, Lugana e Franciacorta  che producono uva bianca o scura con gli acini gonfi di dolce succo, pronti a portare la festa sulla tavola o a trasformarsi in vino. Con l'augurio di una buona vendemmia a tutta la nostra bella Italia contadina,  concludo con questa breve, allegra filastrocca che ascoltare ora vi tocca ; « Gustiamo con gioia l’uva matura / con un grato pensiero per Madre Natura. / Le bollicine nel calice alziamo /e senza indugio, lieti brindiamo. / Ma, anche “fermo” un bicchiere di vin / può sempre spronare a un gioioso “cin,cin” !


sabato 27 agosto 2016

Pensiero de giorno.

---------------------------------
Stare bene da soli significa aver vinto la quotidiana, 
estenuante battaglia contro la banalità.
Significa aver trasformato la solitudine in libertà !

--------------------------------

giovedì 25 agosto 2016

Terremoto. Aiutare concretamente .

--------------------------
Nella certezza che TUTTI, ma proprio tutti risponderemo all'appello,vi prego anche di voler cortesemente CONDIVIDERE affinchè possiamo avvalerci di questa possibilità. 45500 e due euro per dire a chi soffre che SIAMO UNITI e SIAMO UMANI !
 ·
Terremoto, per donazioni arriva il numero solidale 45500
E' possibile dare 2 euro in aiuto delle popolazioni colpite
Chi volesse donare 2 euro alla Protezione Civile per le esigenze del terremoto può farlo al 45500- da tutti i gestori telefonici


L'Italia ferita.

---------------------------
Oggi su LA STAMPA .

La bambina salvata dopo 15 ore
A Pescara del Tronto, borgo raso al suolo dal sisma, i soccorritori non perdono mai la speranza. Lavorano senza lesinare sulla fatica. La loro soddisfazione si chiama Giorgia, 8 anni, estratta viva dalle macerie dopo 15 ore di polvere, sassi, e paura.
-------------------------

mercoledì 24 agosto 2016

I terremoto nel centro Italia.

---------------------
Non ho scritto niente oggi, nemmemo in faceboock. E scrivo questa sera. soltanto per dare voce alla gratitudine verso chi si dedica ai soccorsi e allevia,- in un modo o nell'altro - il dolore di questi tragici momenti. Loro sono gi eroi del quotidiano che combattono - senz'armi - il male ovunque si trovi.
--------------------

martedì 23 agosto 2016

Addio sogni di gloria !

----------------------------
Anche nella più semplice mediocrità, c'è sempre spazio per la felicità . Vi porto con me, nel mio dolce riandare perché c'è docezza, pur nel ricordare !
---------------------------
Addio sogni di gloria

Quando ragazzi felici andavamo alla scuola
con la cartella a tracolla ed in tasca la mela
per il futuro avevamo un vestito di gala
quante speranze di gloria di celebrità


ma inesorabile il tempo tracciava il cammino
e a testa china anneghiamo nel nostro destino.

Addio Sogni Di Gloria - addio castelli in aria.
Guardo con sordo rancore la mia scrivania
cerco a scacciare ma invano la monotonia


Addio anni di gioventù -perché perché non ritornate più
Sono una foglia d'autunno che nella tormenta
teme il grigiore dei giorni l'inverno paventa

La donna sincera aspettai / compagna dei giorni miei
ma invano cercai / amore anche tu dove sei

Addio Sogni Di Gloria -addio castelli in aria
Prendo la penna e continuo la doppia partita
faccio una macchia d'inchiostro mi treman le dita
. . . . . .
Meglio tacer le memorie o vecchio cuor mio
sogni di gloria addio

domenica 21 agosto 2016

Vetrina o magazzino !

----------------------
 I GIORNALE del 21 agosto 2016
Giornale di Brescia - domenica 21 agosto 2016
block notes di renata mucci

Vetrina o magazzino ? Il Bar dei sentimenti .

 In un angolo, del Bar Pasticceria, due ragazzine confabulano tra loro, ma non tanto cautamente da impedire il mio ascolto. Pertanto, con un giornale tra le mani, porgo orecchio a quel bisbigliare anche perché i problemi dei giovani sono, da sempre il mio pallino.
La concitazione che traspare dalle loro parole si riferisce all’eventualità di un rapporto intimo con l‘altro sesso. Ed è interessante la chiara divergenza tra e due perché in una affiora, come indispensabile premessa, il sentimento, “Lo farò quando mi innamorerò.” mentre l’altra considera l‘esperienza, soltanto inevitabile e scuotendo divertita i capelli raccolti in una coda un tantino ribelle – afferma ridendo “Meglio sapere a cosa si va incontro.”
Trascuro, in questa sede, una disamina approfondita dei loro proponimenti in àmbito sessuale, ma so che sosteranno a lungo nella mia mente pensieri e raffronti. Coinvolta e perplessa le osservo mentre - parlando fitto e abbassando il tono - lasciano il Bar sempre discutendo e le guardo mentre si allontanano.
Due belle ragazze che stanno sbocciando alla vita, abbronzate e disinvolte anche nell’ abbigliamento. Indossano entrambe, calzoncini estremi, coprenti quanto un paio di mutandine e noto che il bordo sfrangiato arriva parallelo, all’inguine. E, limitando l’osservazione al loro modo esteriore di porsi, sento tornare alla mente una frase che ho letto recentemente in faceboock e che trascrivo per voi, con piacere: “Ciò che ti rende sexi, non è ciò che esponi in vetrina, ma ciò che lasci intuire di avere in magazzino.” r.m.
--------------------------

sabato 20 agosto 2016

Colta a volo nel Bar Pasticceria !

----------------------------

Due giovanotti - uno dei quali ha un bel cane al guinnzaglio - decantano l'inteligenza dei propri animale.
" Vuoi mettere, non c'è paragone, i gatto è molto più intelligente del cane "

" Ma, per favore ! I cane è più inteigente, come fai ad affermare i
l contrario ? "


" Scusa, hai mai visto sei gatti, farsi un mazzo, per trainare una slitta ?"


mercoledì 17 agosto 2016

Infantilmente gioiosa !

-----------------------
La filastrocca !

Com’è giusto sia d’agosto
anche oggi andremo arrosto
chiaro è il cielo nel mio cuore
che cercando va, l’amore.



E lo trova, a sé d’accanto
sol guardando il dolce incanto
che offre sempre la natura
in un frutto che matura


 In un fiore, o in un sorriso
che, dolce, illumina un bel viso
forse, in quello di un bambino
che ti sfiora, nel cammino


Forse, in quello di un amico
che profuma un po’ d’antico
o di un passante, sconosciuto
che ricambia il tu saluto !


Con la voglia di far faste
la mia anima si appresta
ad accoglier questo giorno
che – lo so – non fa ritorno !

muccina

lunedì 15 agosto 2016

Ferragosto 2016

Quest'anno la temperatura è più mite, ma i miei auguri hanno la stessa vigorosa intensità. Buon ferragosto, con gioia ! <3 span="">
Renata Mucci Muccina

Ferragosto con caldarroste e vin brulé ! Pantaloni e giumbotto (con la "m" come diceva il compianto amico Giorgio Faletti ).Fatemi chiudere la finestra chè l'aria non è soltanto freschina in questo autunno precoce.
Mi consola l'aver comprato ieri, a buon prezzo, dei bellissimi funghi porcini, piccoli, duri e sanissimi che orientano il mio programma consolatorio verso un risottino morbito e profumato.
Sturerò per tempo una bottiglia di Castelveder affinchè si ossigeni. Ne berrò soltanto mezzo bicchiere, ma la gesttualità dello sturare una bottiglia di buon vino ha il suo fascino e crea atmosfera. In concreto, sono rimasta un'inguaribile sibarita.
La frutta c'è, la mia ketti sta bene, il computer funziona e prevedo di rivolgere a lui le mie attenzioni.
In attesa di un radioso domani !
Buon ferragosto raga' !

domenica 14 agosto 2016

Aggiornamenti.

Ecco gli ultimi cinque articoli apparsi su IL GIORNAE di Brescia .

Buona lettura !
-----------------------

Giornale di Brescia - domenica 14 agosto 2016
block notes di renata mucci

NOI e LORO ! Quan'è bella giorvinezza....

Quant'è bella giovinezza che si fugge tuttavia...! Ma, prima della giovinezza vera e propria c'è il periodo adolescenziale che coinvolge i nostri giovani (figli e nipoti) e concordiamo tutti, sulla delicatezza e l’importanza di questo periodo evolutivo.
In effetti, gli adolescenti – senza differenza di genere - si trovano a dover gestire pulsioni lontane anni luce dalla fanciullezza, con sensazioni indefinibili che li trascinano in una dimensione del tutto nuova e piena di incognite. Spazio che attrae, intimorisce e li rende urticanti e mutevoli.
E la serenità è anche violentemente contrastata, da una informazione martellante e densa di immagini destabilizzanti, Né – d’atra parte – possiamo ignorare la realtà dei nostri giorni ! E c’è l’aggravante del gelo che ristagna nei condomini nei quali non ci si conosce affatto, ma soprattutto e inoltre, costantemente ci si evita.
NON c’è più tempo per nulla di ciò che può veramente scaldare l’anima. Parlo di quella socializzazione - garantita ancora, fortunatamente, per i più giovani, dagli Oratori parrocchiali,- parlo di ascolto, di scambio che i nostri giovani cercano ormai, in maniera prevalente in internet e nei social. Un mondo adescante che li isola, li assorbe e…ci esclude !.
Chi ha a cuore il problema, esorta genitori, educatori e insegnanti a considerare prioritario e indispensabile l’ ascolto dei nostri ragazzi, vigilando sui loro silenzi, cercando di dare un senso alle loro scontrosità. Ma a chi pensa, giustamente, che non è facile, chiedo: “ Cosa c’è di facile, nella vita ?” Niente che abbia valore ma, se ci impegneremo “anema e core”, riusciremo certamente a soddisfare le ineludibili esigenze di questo transito . Se, invece malauguratamentre le ignoriamo, non ce lo perdoneremo MAI ! r.m.

Raccolta differenziata !

-----------------------------
Giornale di Brescia - domenica 7 agosto 2016
bock notes di renata mucci

Raccolta differenziata, anche per i sentimenti,

Pratico da tempo, la raccolta differenziata, anche per i sentimenti, e cerco di dimostrarne l'utilità alla giovane donna che, mi apostrofa con interessato stupore. : “So che lei ha problemi di vario genere e chiedo, come fa Renata ad essere così serena ? “ La risposta non è facile e non la si può nemmeno improvvisare, anche perché mi riconosco il merito di aver lavorato a lungo sul concetto di serenità. Ho provato con convinzione ad applicare la regola del “non importa” che la mia mamma consigliava di praticare assiduamente. “Dillo spesso, Renata. E scegli le situazioni ed i motivi giusti per dirlo “ Infatti, nella miriade di eventi che gravitano nel nostro àmbito possiamo scegliere quelli che meritano partecipazione e quelli che, invece, intasano soltanto la nostra mente e portano un inutile nocumento. Ed ho tentato di utilizzare il liberatorio “non importa”, quando ho incontrato la grettezza, l’invidia, l’ottusità, l’egoismo, la falsità, la supponenza e altre inevitabili negatività. So di essere ripetitiva, parlando di questa àncora di salvataggio, di questo discernere l'essenziale dal trascurabile perché a me è stato utile per arginare l'enfasi e monitorare le reazioni. Devo ammettere di aver faticato molto prima di ottenere un risultato soddisfacente che reputo di “legittima difesa”. ma mi impegno ancora caparbiamente e se qualcosa ostacola il percorso provo,- appena possibile – a valutare attentamente se vale la pena che me ne occupi o se, invece, merita un sereno no problem che sostituisce opportunamente il disinvolto “vaffa…..” purtroppo largamente usato tra i giovani e dai meno giovani.r.m.

L'altra faccia della bella stagione.

---------------
Giornale di Brescia 31 luglio 2016
block notes di renata mucci
-------------------------------------------------
L'altra faccia della "bella stagione "

"Come stai ? Hai dormito ? " "Hai mangiato ?" Così si allevia la solitudine dei nostri anziani. Soprattutto così ! Ma, se potete, abbracciateli.”
Ho scritto in faceboock questa esortazione che ha ricevuto quasi immediatamente 150 adesioni e circa 35 condivisioni. Certamente saranno molti gli anziani che si sentono parte in causa, ma spero siano anche molti i giovani e i diversamente giovani che hanno recepito il messaggio. I mesi estivi, gioiosi per molti, rendono ancora più pesante la quotidianità degli anziani, in particolare quelli relativamente autonomi che vivono in solitudine. Il disagio si insinua, inevitabile, perché anche “i vicini” vanno in vacanza , gli uffici chiudono per ferie (e ce ne sono molti nei condomini) quindi ogni rumore insolito fa trasalire e pensieri preoccupato sono inevitabili. “Se si blocca l’ascensore ?“ “Se cado ? “ Io che posso contare sull’assidua presenza e disponibilità “dei miei”, partecipo e comprendo fin nelle sfumature, le sensazioni e il disagio di chi - spesso dietro un sorriso - mitiga l‘apprensione e l’ansia. E permane, un questi “giovani di una volta“ il desiderio che questa stagione, attesa, desiderata da molto scorra via velocemente. Ma, a restituire il sorriso sarà quella telefonata in più e quella dimostrazione di tenerezza - a costo zero – che ha una sua ineguagliabile preziosità. E dedico a tuttiquesto mio pensiero, già noto, che confermo : ! “ L ‘inattesa carezza del mattino, trasforma la palude in un giardino.”

L'amore maturo.

----------------
IL GIORNALE - 23 luglio 2016 : L'amore maturo. Un mistero da (ri) scoprire.
Giornale di Brescia - 24 liglio 2016 - block notes

Amore stagionato, j’adore !

L’ argomento affascina da sempre e affronta un tema sul quale mi sono interrogata, sul quale ho indagato, al quale ho dedicato attenzione appassionata, dal quale sono stata assorbita, colpita, provata e del quale non ho capito niente ! Mi guardo attorno sempre con immutato interesse e vedo, nel giardino dell'amore, persone che rinunciano a gestirlo con l'intelligenza della quale sono abbondantemente dotate. E devo constatare che c'è grande distanza tra la razionalità lucida dell'intelligenza e le intemperanze emozionali. Ecco perché si diventa ciechi, sordi e a volte, sciocchi e non ci chiediamo "perché lui e non un altro ?" Ma il fascino delle vicende amorose, consiste anche in questo soprattutto al loro sbocciare quando è facile confondere l‘innamoramento con l’amore. Sarà comunque il cammino, il percorso insieme e dare le attese conferme. Sarà quel tenersi per mano a lungo, sarà il tenero sorriso che dedichiamo all’imbiancare dei capelli , a testimoniare l‘esatta consistenza del sentimento . Quando - al conforto di quel sorriso, caldo e reciproco - la stanchezza svanisce, é essenziale la consapevolezza di vivere una fase privilegiata. Mi commuovo intensamente quando vengo sfiorata dall’amore “maturo”, superstite di eventi spesso destabilizzanti e recentemente mi sono chiesta :
“Cosa c’è di più bello di due giovani che si amano ?” e, la risposta è giunta immediata “Due anziani, che si amano ANCORA !”r.m.

Vi regalo un sogno

Giornalle di Brescia domenica 17 lugio 2016
bock notes di renata mucci

Vi regalo un sogno.

E' il mio sogno da sempre, ma adesso che l’anagrafe ha deciso di affibbiarmi le inevitabili rogne previste, adesso che ho perso la fiducia nei “gratta e vinci”, adesso che avrei bisogno anche dell’autista, e mi sento impedita nella sua realizzazione, lo voglio cullare ancora un po’ e poi regalarvelo. Sognavo di bighellonare per un intero mese in ogni regione d’Italia. In macchina, in salute, con la dovuta disponibilità economica e senza l’assillo del tempo. Lentamente, con le pause giuste, un mese in ogni regione della mia Patria bella. Proprio un bel sogno ! Anzitutto, le isole ! Ragazzi, riuscite ad immaginare un intero mese in Sicilia uno in Sardegna e un mese nelle isole minori, dall’ Elba alle più piccole ? La costa jonica, la Calabria, il Gargano e su, su regione per regione, assaporare, cogliere imprimere come tatuaggi indelebili, le sensazioni. Rivisitare la storia, rivivere il passato, assaporare il presente ! La cucina regionale, tipica di alcuni ristoranti che come unico sfizio si concedono la “S” finale nell’intestazione, dove aleggia l’insegnamento culinario di donne e uomini attaccati alle tradizioni. Paesaggi, dialetti, strade, consuetudini, contatti con la gente del posto e poi Chiese, monumenti, laghi, colline, zone dell’Aspromonte, la Toscana, la Liguria il trentino, la Valle d’Aosta e tutte le altre. Pian piano, dolcemente, sentire di appartenere interamente alla mia splendida, amatissima Italia ! Vero, che è bellissimo, il mio sogno ? Ve lo regalo, con l’augurio che qualcuno di voi riesca realizzarlo e voglia dedicare un brindisi sorridente a questa vecchia amica ! r.m.