martedì 12 maggio 2009

La serenità a portata di mano !

Giornale di Brescia - lettere- 25 maggio 2009
-----------------------------------------------
In mezzo al mio disordine organizzato ho ritrovato un foglietto con questa frase: "Ascolta tra le piante e i cespugli la voce del vento e ti sentirai parte dell’universo ! Scoprirai così, il senso profondo della serenità. " Bella, vero? Mi ha fatto bene rileggerla e mi sono detta “Perché non proporla agli amici, anche virtuali?” Chi sa, da quanto tempo non si fermano per osservare un fiore spontaneo. Avranno sostato per ammirare le poratoline? Si saranno accorti che questo sensibilissimi fiorellini si chiudono completamente quando sta per piovere ? E’ primavera inoltrata e improvvisamente scoppierà l’estate! Se ci accomodiamo serenamente sulla panchina all’ombra...vi posso raccontare che sono più di dieci anni che ci facciamo compagnia. Io tra le lettere nella pagina che cortesemente mi ospita e voi con le gentili attestazioni che mi fanno sentire amata e utile. Ecco perché azzardo un’esortazione: “Volete provare a rallentare il passo?” Vi assicuro che il mondo migliora e voi vi ritroverete molto più sereni. Fidatevi, dai !
---------------------------------------------

11 commenti:

Renata ha detto...

E se provassimo a rallentare il passo?
Ragazzi, è primavera inoltrata !

zahxara ha detto...

Mi piace quando dai tu il via ai commenti :-)

Sei grande muccina!

Mil besitos.........

Ps: grazie per le coccole.

Renata ha detto...

ZAHXARA querida. Que pasa ?
Penso che tu sia già immersa nella "stagione" che prevedo ricca di buoni risultati.
Avanti tutta guapissima Manolita. Mil besitos para ti. muccina

Lucignolo ha detto...

Sottoscrivo, e mi unisco all'esortazione, occorre del tempo libero lasciato vuoto,
vuoto da tutto quello che è la quotidianità e l'essere impegnati,
solo per poterlo riempire di quei pensieri, quelle riflessioni, analisi ed introspezioni, che ci rendano la coscienza di quel che possiamo essere,
e troppo spesso dimentichiamo.
Per riscoprire ciò a cui intimamente aspiravamo prima di essere distratti.
Per essere più presenti a noi stessi ed a chi vogliamo bene.
Per dare qualità alla nostra esistenza.

Brava Renatuzza, hai fatto bene a rimpastare la frase in un concetto più ampio, abbiamo allargato il respiro.

Buongi Buongi

Renata ha detto...

LUCIGNOLO - Grazie per essere tornato alla grande con l'atteggiamento aperto e sereno che abbiamo cercato fin dall'approccio.

Ti sento vicino e ne sono felice. Ti abbraccio forte.

riri ha detto...

Ciao Muccina, al di là del senso profondo del tuo discorso ..la butto sullo scherzoso..quando rallento il passo per godermi i momenti, i fiorellini nei prati, gli zampilli della bellissima fontana-laghetto, ecco che mi sento strattonare....è il mio Poker..lui ha sempre fretta:-)

Renata ha detto...

RIRI carissima ! E' un dolce strattonare, quello del tuo amico a quattro zampe. Ti regala tanti di quei sorrisi ! T.V.B. muccina

giardigno65 ha detto...

è sicuro, un elogio alla lentezza ...

mistral ha detto...

Concordo con te, ecco perchè è da un po' di tempo che ho deciso di rallentare i ritmi e di riprendermi il tempo. Con questo non volgio dire che non faccio più nulla, anzi. Ma lo faccio ascoltando i ritmi del mio corpo,assecondando anche le mie necessità. Ho imparato ad osservare intorno a me, ed ora vedo cose che altri non riescono a percepire.
Però credimi muccina, quanta fatica per ottenere tutto ciò....ma che dolce sensazione di pace e quiete che se ne riceve in cambio!!!!!

Un abbraccio speciale

Renata ha detto...

GIARDIGNO65- Hai ragione! Un elogio doveroso. Sono contenta quando passi di qui. Cordialmente. renata
----------------------------------

MISTRAL . Ritagliarsi un po' di spazio per assorbire la bellezza che ci sfiora senza che nemmeno ce ne accorgiamo è psicoterapia utile e benefica.

Brava Mistral, non mollare! E un tuo diritto. Difendilo. Ti abbraccio forte.

Miriam ha detto...

Grazie mille per il tuo graditissimo ingresso nel mio blog, sei la benvenuta, spero che tornerai a trovarmi!
Ho letto il tuo interessantissimo post sull'amicizia, ma dopo aver letto le parole di questa pagina ho deciso che dovevo rallentare i miei passi proprio qui, dove mi ritrovo e mi rispecchio, accarezzo il tuo pensiero e lo condivido in pieno!
Bisogna assolutmente rallentare i propri passi se non vogliamo rischiare di cadere nel nulla totale....
Un caro abbraccio
Miriam