venerdì 15 maggio 2009

Anathole France.

---------------------------------------------------------------------
Lo Stato è come il corpo umano :
non tutte le funzioni che compie sono nobili!

A. France
...........................................................................................

11 commenti:

riri ha detto...

Bella citazione cara Muccina:-) spesso però lo stato ha solo quella funzione....
ti abbraccio

Renata ha detto...

Ciao RIRI, sempre lieta di leggerti.
P.S. mi piace anche la nuova foto.Ma quel cappello rosso...s'imponeva.

Aliza ha detto...

gran bella e opportuna citazione, ciao A

manufatto ha detto...

Non so se sono d'accordissimo con questa citazione.
Il corpo umano, con tutti i suoi limiti, non compie nulla di non nobile: qualsiasi funzione sia in atto, è tesa comunque alla vita. Siamo noi che lo bistrattiamo, lo carichiamo, lo avveleniamo e spesso ne abusiamo, non sappiamo usarlo e rispettarlo. Per molti anni e per molti di noi, il corpo è una sorte di madre terra dalle risorse eterne. Lui, poveretto, si regola di conseguenza e spesso è fin troppo bravo a riprendersi.
E quando si ammala, il suo malessere è definitivamente e ancora legato a noi; non vorrei scomodare dei giganti, ma sappiamo tutti quanto la nostra infelicità personale influenzi la salute del nostro corpo.
Lo stato, invece? direi di capovolgere la situazione... se il corpo è da trattare bene perchè ci accompagna nella vita, lo fa anche uno stato? Mi pare che lo stato e noi, non il nostro corpo, abbiamo un comportamento analogo: e allora sì, a volte (a volte??), poco nobile.

Un caro saluto a te, Renata, e a tutti!

Renata ha detto...

ALIZA - Un abbraccione!
----------------------------------
MANUFATTO - Ad una bella disquisizione tra te e l'amico LUCIGNOLO, meriterebbe ascolto. Siete entrambi sub-acquei
del pensiero.Raramente nuotate in superficie e nelle profondità cogliete essenze strane e preziose.
Cara Manuela, da vecchia nuotatrice (mai premiata)ho scelto di stare, spesso, soltanto a galla, a faccia in su e mentre perdo i tesori che giacciono in profondità, colgo chiarori e semplici sensazioni altrettanto gratificanti. Ma io, ammetto, sono stanca e sorridendo vi abbraccio forte.

Renata ha detto...

MANUFATTO - dimenticavo di dirti però..che HAI RAGIONE SU TUTTO, cara Manuela.

Romano ha detto...

E' vero!!

p.s.: ripasserò quando avrò più tempo per leggere con calma i tuoi precedenti post che trovo molto interessanti.

Un caro saluto ;)

Renata ha detto...

ROMANO - Grazie. Ho un buon ricordo dei tuoi passaggi. Buena vida, amigo!

Lucignolo ha detto...

Per noi oggi parlare male di uno Stato è quasi come sparare sull'autoambulanza della croce o della luna rossa.

Non che voglia difender l'indifendibile parlando dello Stato, ma il signor Anatole non sbagliava, indicando una certa fisiologia in qualunque tipo di Stato, comunque ci sono frangenti in cui si compiranno scelte inique e porcherie, forse a 150 anni dalla rivoluzione francese già c'era corruzione negli apparati, o forse non era un caso si parlasse ancora di "scelte nobili"; ahimè linguaggio desueto.

Per altro oggi sento leggero disprezzo nell'accostamento con il corpo umano,
a quest'ultimo non attribuirei resposabilità, fosse altro perchè non sceglie.

C'è forse un "uomo", nella parola "corpo umano", che come lo Stato, ha libero arbitrio, e sceglie sbagliando ed è a volte iniquo...

E lo Stato non siamo forse tutti Noi, che abbiamo scelto di stare sul suo territorio, e usiamo quelle regole che i nostri rappresentanti nel tempo ci hanno dato... non ce lo siamo forse cresciuto, così come è oggi, questo Stato ?

Sinceramente non trovo la forza per definir "Nobile" alcuna funzione ne del mio corpo, ne del mio Stato.

Ma non credo di esser privo di responsabilità, io come Stato, chiedo venia, mentre come uomo, beh !

Mettendo l'uomo a posto del "corpo umano", nell'ottica con cui viviamo lo Stato di oggi, sentiamo repulsione per esser stati accostati ad un modello negativo.

Per l'altro c'è molta più democrazia diretta nel mio corpo, e poi non mi potrò lamentare di nulla sono a capo del governo da quando ha mosso i primi passi.

Magari la usassimo con il nostro Stato la poca democrazia diretta, assieme ad una qualche idea di moralità, per raggiungere un equilibrio etico nella vita di tutti Noi.

Non credo avremo mai del tutto scampo, alcuni di quei porci e di quelle porcate, fanno parte dell'equilibrio cosmico.

Buongi Buongi

Scusa Renatuzza se mi son dilungato, ma tanto posterai altro, e scivolerò via meno ingombrante alla fine dei commenti di un vecchio post.

Un abbraccio !

riri ha detto...

Buon fine settimana a te cara Muccina ed agli amici che ti seguono.
Un abbraccio da una Torino sorridente di sole:-)

Renata ha detto...

LUCIGNOLO , non ti scusare perché come bene hai colto, ti ho spronato con gioia a sviscerare un tema non superficiale.
Leggo e rileggo e rileggerò le tue parole che offrono sempre spazio all'approfondimento. Buon week end a te e alla tua famiglia. Bacissimi. renatuzza
-----------------------------------

Ciao RIRI, sento il sole dentro e fuori dal tuo cuore e mi ci scaldo amch'io. Abbraccio forte, assieme, te e Nicola!