domenica 14 dicembre 2008

Un'alta onorificienza.

--------------------------------------------------
Premetto che i quotidiani della mia città mi ospitano assiduamente, tra le lettere al Direttore e il ritmo accelerato delle pubblicazione mi ha valso la qualifica di "amica dei bresciani " che mi gratifica molto. E recentemente ho ricevuto una medaglia virtuale che mi ha commosso profondamente.

Mi telefona una signora che,(con un po’ in faticoso italiano e un po’ in dialetto) mi esterna il suo compiacimento per una mia lettera che il Giornale di Brescia ha pubblicato. Mi racconta che, con altre quattro amiche che fruiscono della pensione sociale minima, si trovano a casa dell’una o dell’altra per leggere il quotidiano che comperano a turno.

Quattro amiche sole, e con lei, cinque. Ma i giorni della settimana sono sette. Cominciando dal mercoledì leggono e commentano, sentendosi soddisfatte. Ma, da quando leggono i miei scritti, ospitati sul loro amatissimo quotidiano, si preoccupano di perdere la lettura di qualche mio scritto. Qual’è la richiesta? Essere informate, a mezzo telefono, nel caso che qualcosa firmato da me, apparisse nelle giornate di lunedì o martedì.

L’avrei abbracciata. Dopo averla rassicurata ho parlato pochissimo. La commozione spegneva le parole sulle mie labbra.
-------------------------------------------------

7 commenti:

riri ha detto...

Ciao muccina, è bello!!! Non ti nascondo che mi piacerebbe molto leggerti anche sul giornale, la tua spontaneità, il saper ascoltare le persone, "dono rarissimo" oggi, ne danno prova...ti voglio bene, anche se non ti conosco "dal vivo"....
besitos

Renata ha detto...

Cara RIRI, menti involontariamente perché sai di conoscermi forse meglio che "de visu" perché scrivendo,si riesce ad essere meno reticenti, più spontanei.
Questo cercarsi, questo (talvolta) trovarsi colora di rosa le giornate e consente di confessare un affetto che verbalmente non troverebbe la strada. Anch'io ti voglio bene e il tuo cappello rosso già - da solo- mi regala ogni volta un sorriso.Ricorro spesso allo spagnolo perché mi consente qualche libertà in più e mi permette di dirti "mi queridissima" mentre amatissima risulterebbe stonato. Quindi buen dia, mi querida: un abrazo y mil besitos. Hasta luego!

il viandante ha detto...

Che tenerezza!

Un saluto empatico! Buona domenica

Ishtar ha detto...

Mi congratulo con te del resto parlare al cuore della gente non è mica facile, saper scrivere bene è solo parte dell'arte del comunicare, complimenti Muccina, cioa :)

alianorah ha detto...

Una bella soddisfazione! Complimenti!

Maurizio ha detto...

Le vere soddisfazioni, il vero riconoscimento è rappresentato dal sincero e disinteressato ritorno che hai avuto da quelle persone. Un bacio e a presto

Renata ha detto...

al VIANDANTE. ISTHAR -ALIANORAH E MAURIZIO un grazie enorme per la condivisione.
In effetti sono questi riconoscimenti sinceri che gratificano veramente.
Mil besitos por todos los amigos. Hasta luego.