mercoledì 23 settembre 2009

Che tristezza ! la T.V. è peggio del Bar.

---------------------------------------
Il Giornale – dibattiti – 7 sett.2009
---------------------------------------

Pare che l’abitudine «di dare addosso», di entrare nel gregge, di partecipare prima ancora di approfondire e di scegliere, sia preponderante nella nostra società. Uno o due dissentono e altri si uniscono al coro,prima ancora di considerare il rovescio che appartiene a ogni medaglia.

Perché il tono pacato non paga? In televisione poi, il prevaricare, il parlarsi sopra, il blaterare contemporaneamente è diventato comportamento normale. Ci siamo dimenticati che
«se urli ti farai sentire,ma se parli ti farai ascoltare »?
Cos’è? Maleducazione, insicurezza, mancanza di padronanza?

O addirittura l’astioso intento di non lasciare all’altro, la possibilità di spiegare? Quale che sia la risposta, resta allo spettatore il senso profondo dell’impotente amarezza

Al pensiero che tutto questo nelle giovani menti può fungere da subdolo insegnamento mi vien voglia di ricordare ai protagonisti che il loro comportamento sarebbe riprovevole anche se adottato nel bar sottocasa.
--------------------------------------------

4 commenti:

riri ha detto...

Ciao cara Muccina, penso che questo comportamento racchiuda un pò di tutto: insicurezza, prevaricazione ed inciviltà, odio le persone che alzano la voce, a volte lo faccio anch'io, quando sono un pò stressata, ma è un momento, qui in tv, in giro è un comportamento dominante..uno sfascio, un insegnamento poco ortodosso...dare il buon esempio? Io cercherò di farlo..ma per molti è difficile cambiare: questo è fascismo!!
Ti abbraccio

Jasna ha detto...

Ciao Renata. non amo la televisione di oggi. preferisco programmi come quark dove parla solo il narratore.una volta si stava attenti alla qualità del programma , dove la professionalità del artista era al di sopra di tutto... oggi si guardano i numerini del odiens ... perchè sono quelli che contano e che fanno guadagnare.

Cindry ha detto...

Anche io odio questa abitudine ed è per questo che la tele ormai la guardo veramente poco.
Comunque discutere con toni allucinanti ormai è la normalità un po' dappertutto, a me capita anche al lavoro o in famiglia dove si urla anche per delle cavolate , tutti parlano e nessuno ascolta, finchè non si sclera.
E' da un po' che mi riprometto di tenere la calma anche quando mi urlano in faccia, ma sai che mi dicono?
O mi danno della diplomatica con toni spregevoli o pensano che non ho le palle per farmi sentire.
Fantastico, ormai va di moda la maleducazionee lo stress.
In televisione se non si litiga pare che non ci sia divertimento e se poi qualcuno piange l'odiens si alza ancora di più!

mistral ha detto...

Ho traslocato altrove.
Ti aspetto, a presto

Un abbraccio infinito

http://livinginateapot.blogspot.com/