martedì 16 febbraio 2010

L'insicurezza del pedone.

cesare@lamescolanza.com - 16 febb.2010
Il Giornale - lettere .............. 18 febbraio 2010
Giornale di Brescia............... 22 febbraio 2010
Libero.................................. 26 " "
---------------------------------------------------

Mi è capitato di ascoltare recentemente la voce angosciata di un ragazzo che si trova a dover affrontare ogni giorno l’ inquietudine del procedere a piedi, sulle nostre strade. Il ragazzo è cieco e si affida al suo cane che si rivela davvero, di gran lunga, migliore dell’uomo. ma non può aiutarlo ad evitare le buche che si trovano sui marciapiedi spesso dissestati, specialmente nelle vie meno centrali.

E non parliamo di quando nevica e ne affidiamo la pulizia all’eventuale pioggia. Questo sfortunato ragazzo infoltisce la schiera di chi pur dotato della vista, procede timoroso e preoccupato sui nostri spazzi pedonali dove , persone inqualificabili, parcheggiano disinvoltamente autovetture e motorini.

Parlo delle mamme e delle nonne con i passeggini, degli anziani e di chiunque si trovi in difficoltà. Si sparge sale sulla carreggiata, in caso di neve; si dedicano risorse e cure all’asfalto e tutta l’attenzione è rivolta al traffico su gomma ! Giustissimo e doveroso, ma uguale attenzione dovrebbe essere riservata al pedone ovviamente più esposto e indifeso.

Invece - come nella notte dei tempi - siamo tornati ad offrire sacrifici sull’altare della dea automobile. Su quell’altare vengono bruciati valori che dovrebbero essere sacri e, tra questi, il rispetto verso i più deboli.

Per favore, torniamo al buon senso, alla solidarietà, al rispetto perché questa scarsa attenzione, non è giusta e non è nemmeno tollerabile.

-----------------------------------

7 commenti:

giardigno65 ha detto...

verissimo, non siamo l'america ...

Renata ha detto...

te, ma il mio computer è diventato esasperatamente lento e mi ha cpnsentito soltanto di fare un breve commento e di intraverere una foto bellissima.

Un uomo e due bambini. Il tutto deliziosamente incantevole. Un abbraccio.

riri ha detto...

Sono daccordo con te cara muccina..i pedoni sono l'ultima ruota del carro..giorni fa stavo attraversando il controviale su strisce pedonali, con poker, quando un'auto per poco non ci investiva, eppure gli ho fatto un cenno con la mano di fermarsi, va buò, questo è solo un episodio di inciviltà, ma ce ne sarebbero mille altri, gli automobilisti (90%) sono prepotenti ed amano poco i pedoni, al punto quasi di investirli..naturalmente anch'io, se mi capitasse un idiota simile, lo investirei di miseria..
baci e buona giornata WWWW il pedone

Sara ha detto...

Invito tutti a visitare il blog

http://schizzofrenicoblog.splinder.com

dove Patrizia C. mi ha dedicato un post bellissimo!!

Sara

Renata ha detto...

cara RIRI, la pensiamo allo stesso modo, sempre. Che sia quel buon senso che sta scomparendo ? Un abbraccione.

-----------------------

SARA Non riesco a collegarmi. Riproverò appenna posso. Buona nanna.

Clelia ha detto...

dicaimo anche che e' alienante. Ci si dimentica di chi e'meno fortunato perche' si corre troppo... si dovrebbe rallentare !


Clelia

Renata ha detto...

Cara Clelia, magari si potesse tornare ai passi lenti, alle passeggiate a piedi ! Incontrarsi, ritornare a guardarsi, a parlarsi, Sarebbe bello, hai ragione !