lunedì 3 agosto 2009

La teoria del barattolo.

Giornale di Brescia - lettere - 13 agosto 2009
-------------------------------------------------
Un professore, prima di iniziare la sua lezione di filosofia, pose alcuni oggetti davanti a sé, sulla cattedra.
Senza dire nulla, quando la lezione iniziò, prese un grosso barattolo di maionese vuoto e lo riempì con delle palline da golf. Domandò quindi ai suoi studenti se il barattolo fosse pieno ed essi risposero di si.
Allora, il professore rovesciò dentro il barattolo una scatola di sassolini, scuotendolo leggermente. I sassolini occuparono gli spazi fra le palline da golf. Domandò quindi, di nuovo, ai suoi studenti se il barattolo fosse pieno ed essi risposero di si.
Il professore, rovesciò dentro il barattolo una scatola di sabbia.Naturalmente, la sabbia occupò tutti gli spazi liberi.Egli domandò ancora una volta agli studenti se il barattolo fosse pieno ed essi risposero con un si unanime.
Il professore tirò fuori da sotto la cattedra due bicchieri di vino rosso e li rovesciò interamente dentro il barattolo, riempiendo tutto lo spazio fra i granelli di sabbia. Gli studenti risero!“Ora”, disse il professore quando la risata finì, “vorrei che voi consideraste questo barattolo la vostra vita.
Le palline da golf sono le cose importanti; la vostra famiglia, i vostri figli, la vostra salute, i vostri amici e le cose che preferite; cose che se rimanessero dopo che tutto il resto fosse perdutoriempirebbero comunque la vostra esistenza.
I sassolini sono le altre cose che contano, come il vostro lavoro, la vostra casa, l’automobile. La sabbia è tutto il resto, le piccole cose.”
“Se metteste nel barattolo per prima la sabbia”, continuò, “non resterebbe spazio per i sassolini e per le palline da golf. Lo stesso accade per la vita. Se usate tutto il vostro tempo e la vostra energia per le piccole cose, non vi potrete mai dedicare alle cose che per voi sono veramente importanti
.“Curatevi delle cose che sono fondamentali per la vostra felicità. Giocate con i vostri figli, tenete sotto controllo la vostra salute. Portate il vostro partner a cena fuori. Giocate altre 18 buche! Fatevi un altro giro sugli sci! C’è sempre tempo per sistemare la casa e per buttare l’immondizia.
Dedicatevi prima di tutto alle palline da golf, le cose che contano sul serio. Definite le vostre priorità, tutto il resto è solo sabbia”.
Una studentessa alzò la mano e chiese che cosa rappresentasse il vino.Il professore sorrise. “Sono contento che tu l’abbia chiesto. Serve solo a dimostrare che per quanto possa sembrare piena la tua vita: c’è sempre spazio per un paio di bicchieri di vino con un amico”.
---------------------------------------------------

15 commenti:

riri ha detto...

Cara Muccina, che dirti? E' bello venire qui e leggerti...ecco che ho preso la migliore bottiglia che ho in cantina, non farlo sapere al w.m. ce l'ha per gli "eventi", ho preso 2 calici di cristallo rosa e brindiamo insieme....
Buongiorno

Renata ha detto...

Che magnifico inizio di giornata ! Un brindisi con un'amica. !

Al termine del "cin cin" un sorrisone grato e radioso.

muccina

MasterMax ha detto...

Meraviglioso racconto di vita!
Che dire muccina cara, brindo alla tua salute!

Max

Renata ha detto...

MAX ! Che gioia riaverti qui. un abbraccio...stritolante !

Jasna ha detto...

Straordinaria Muccina... ma le tue ferite dove sono finite... che volevo commentare... Questa me la salvo e la riserverò ai miei figli quando saranno adulti... grazie per questa bella lezione di filosofia

Renata ha detto...

Cara Jasna, anch'io l'ho copiato per consegnarlo ai miei, figli, nipoti, pro/nipoti. Sono parole senza tempo, Valide sempre.

P.S.Le cicatrici torneranno, ma c'era troppa roba accumulata.
Un bacione e grazie per aver notato la piccola defezione.

il monticiano ha detto...

Baste poco più di mezzo bicchere di vino per di più rosso solo a pranzo ma tutti i giorni?
Spero di sì.

Renata ha detto...

MONTICIANO ti faccio una gioiosa proposta :

ogni giorno, ad ogni pasto, ti manderò un pensiero mentre mi gusto quel bicchier di rosso che colora il pasto.

E ti manderò un complice, dolce sorriso.

Buen dia, amigo !

Romano ha detto...

Conoscevo questa 'storia'. Bella e significativa ;)

Renata ha detto...

ROMANo, che piacere !

Posso mandarti un abrzo, una caricia y mil besitos ?

Luigina ha detto...

@ Anch'io conoscevo già questa storia, ma si rilegge sempre volentieri e la terrò per la mia nipotina. Un abbraccio, ma non ti stringo troppo Muccina perché sono ferita. Se stasera sei a casa ti veniamo a trovare così ti racconto tutto

Alessandra ha detto...

Cara Renata ...in merito al tuo commento da me: solo, unicamente, la difficoltà a salutare un amico. Il post che tu hai commentato è un groviglio di emozioni scritte a caldo. Le penso - le vivo - sono parte di me. Stamani, dopo il temporale di ieri, nel momento del saluto l'aria era dolce e il cielo azzurro e terso faceva risplendere il Monte Rosa davanti a noi. Doloroso salutare un amico ma tutto intorno pareva predisposto a ricordarmi la sua dolcezza e a smussare i miei spigoli.
un caro abbraccio e grazie di cuore.
Alessandra

manufatto ha detto...

Bellissimo post..
lo faccio mio e non solo: fra qualche giorno è il compleanno di mio figlio e gliene regalerò una copia. Insieme a un barattolo, palline da golf, sassolini, sabbia e il bicchiere di vino che berremo insieme.

Per quanto riguarda me, ho concluso di aver miscelato a caso, in alcune occasioni, la sabbia con le palline da golf. Non sono sempre riuscita a distinguere le priorità. Grazie per questo messaggio, che dà modo di pensare, anche con un filo di amarezza.. e di dosare quello che metteremo ancora nel nostro barattolo. Non è che capovolgendolo cade la sabbia e magari si crea uno spazio in più per quella pallina rimasta fuori??
forse no.. non sono mai stata brava nelle scorciatoie!

buonissima giornata e un pensiero tutto per te,

manuallavorogiàdall'alba

Manolita ha detto...

Splendido!
Come ringraziarti per tutti i piccoli grandi pensieri e spunti di riflessione che ci regali ogni volta?

Un vaso lleno de "tinto" para ti y tus amigos queridos............

Renata ha detto...

Ciao Luigina, noi ci siamo viste ieri e, qualcosa, ci siamo dette.(;-) (;-)
Però c'è ancora posto ...per quel bicchier di vino ! Bacio.
---------------------------------

ALESSANDRA - tutto chiaro. ti abbraccio forte.
---------------------------------

MANUFATTO - Grazie. Il nostro scambio di sensazioni, così costante e sincero, mi lascia sempre sulle labbra un sorriso (tipo quello della Gioconda) che rimane lì, aleggia e mi tiene dolcemente compagnia.
-----------------------------------

MANOLITA ! Graditissimo il vaso pieno di vino per brindare con gli amici.
Un bel gioioso cin cin collettivo e gioioso Y ALEGRIA PARA SIEMPRE.
Grazie guapissima !
-----------------------------------