lunedì 7 febbraio 2011

Per una Italia unita.

---------------------------------------------------

La Stampa ha riservato a tre studentesse di 16 anni, liceo Antonio Gramsci, Ivrea, l’’editoriale dei lettori di oggi che, già con il titolo che trascrivo, esprime il senso dei loro sentimenti.

«La candelina n.150 piccola e spaventata, attende di essere accesa (e spenta) da noi giovani. Facciamolo, col soffio dei nostri desideri legittimi di avere un futuro qui! »

Ma non meno eloquente è la conclusione che si esprime con le intense, toccanti parole di Mauro Rostagno, giornalista torinese ucciso dalla mafia il 26 settembre 1988 :

« Noi non vogliamo trovare un posto in questa società, ma creare una società in cui valga la pena trovare un posto»

A sostegno delle loro legittime speranze, applaudo al coraggio, alla speranza e all’impegno dei giovani di oggi protagonisti nell’Italia di domani che promette, con queste stupende espressioni di fiducia, di essere migliore.

---------------------------------------------------

2 commenti:

riri ha detto...

:-)

Renata ha detto...

renata risponde con un sorrisone e porge a te una stretta di mano e al tuo lui un bacione. (;-).