domenica 2 maggio 2010

L'amore vero, porta la scritta "GRATIS"

----------------------------------------------
Una sera, mentre la mamma preparava la cena, il figlio undicenne si presentò in cucina con un foglietto in mano. Con aria stranamente ufficiale il bambino pose il pezzo di carta alla mamma, che si asciugò le mani con il grembiule e lesse quanto vi era scritto:

Per aver strappato le erbacce dal vialetto € 1

Per aver riordinato la mia cameretta: € 1,50

Per essere andato a comprare il latte: € 0,50

Per accudito la sorellina (tre pomeriggi): € 3

Per aver preso due volte "ottimo" a scuola: € 2

Per aver eliminanto l'immondizia sei sere: € 1

Totale: € 9 (nove)

La mamma fissò il figlio negli occhi teneramente. La sua mente si affollò di ricordi. Prese una biro e, sul retro del foglietto, scrisse:

Per averti portato in grembo 9 mesi:…………………………… 0 Euro

Per le notti passate a vegliarti quando eri ammalato:……. 0 Euro

Per averti pulito il culetto e soffiato il nasino....................0 Euro

Per tutte le volte che ti ho sorriso quando eri triste:……… 0 Euro

Per tutte le volte che ho asciugato le tue lacrime:………….0 Euro

Per tutto quello che ti ho insegnato giorno dopo giorno: 0 Euro

Per le colazioni, i pranzi, le merende,che ho preparato:.. 0 Euro

Per la vita che ti dò ogni giorno:………………………………… 0 Euro".

Quando ebbe terminato, sorridendo la mamma diede il foglietto al figlio. Quando il bambino ebbe finito di leggere ciò che la mamma aveva scritto, due lacrimoni fecero capolino nei suoi occhi. Girò il foglio e sul suo conto scrisse: "Pagato". Poi saltò al collo della madre e la sommerse di baci.

di anonimo – trascritta da renata mucci

---------------------------------------------------

7 commenti:

riri ha detto...

Uno zero da solo sembra niente, ma basta mettergli un uno davanti e diventa 10, ti mando 1.000.000 di baci gratis:-)Mi rimandi un sorriso:-) Grazie Renata,cara amica, una verità che non tutti conoscono.Buona domenica.

Renata ha detto...

RIRI anche a te una gioiosa domenica! Quando portavo a passeggiare le mie nipotine la domanda e la risposta erano sempre le stesse:
"Dove andiamo?"
"A inventare la felicità!"
Sono tutt'oggi convinta che il nostro atteggiamento dà una connotazione al giorno.Quindi cominciamolo con un sorriso! E oggi il mio, E'PER TE.

Luigina ha detto...

Mentre ti scrivo Muccina le campane della tua/nostra chiesina suonano a festa: fa conto che siano per sottolineare ed approvare questo bellissimo post insieme al mio abbraccio e al mio augurio di una domenica serena e un po' meno... sotto pressione

Renata ha detto...

LUIGINA ! Ti abbraccio forte, forte.

Romano ha detto...

Bellissima.

MasterMax ha detto...

Sarebbe davvero bello riuscire ad insegnare questi valori ai propri figli: non ne occorrono altri.
Spero di riuscirci.
Ottimo spunto cara muccina, come sempre.

Un abbraccio.

Renata ha detto...

ROMANO - Grazie, sono molto contenta che ti sia piaciuta perchè a me ha dato, davvero un sensazione di serena bellezza. Un abbraccione.
-----------------------------

NASTER MAX - Sono certa che tu, trasmetterai questi valori perchè fanno parte di te e riuscirai senz'altro a lasciarli aleggiare intorno a te. Tuo figlio li respira. Ne sono certa. Buona serata, caro amico. A presto. muccina