domenica 31 gennaio 2010

Cos'é facebook ?

-------------------------------------------------

Certo, superficialmente e tecnologicamente si sa, cos’è facebook. Ma cosa rappresenta veramente, me lo sto chiedendo da tempo. Una “vanity fair ? Si, fiera della vanità è certamente e funziona sussurrando : “ Voglio esserci “ “Ci sono anch’io”.

Un po’ come lo struscio che si fa, avanti e indietro sulla passeggiata in centro, per vedere e farsi vedere. E’ anche uno spazio pubblicitario, una vetrina in cui porsi e proporsi concedendo spazio anche all'immancabile giocherellone, che pratica a vita l'allegra gogliardia.

Ma c’è ’altro, molto altro ! Vi riconosco la solitudine, il bisogno di comunicare, la ricerca di un appagamento intellettuale, il sogno dell’incontro speciale e c'é chi fa, di facebook, la ragione della speranza, andando incontro a probabili delusioni. Non è remota, infatti, l’eventualità di lasciarsi andare a costruire castelli di sabbia che la prima modesta onda, cancellerà per sempre.

Certamente, ne cancella i segni evidenti, ma l’ amarezza se ne andrà con altrettanta facilità. ? Facebook è il delizioso ritrovarsi tra uguali, oppure realizza il confronto tra diversi per un arricchimento reciproco? Oppure è altro ancora?

Me lo chiedo perché so di qualche anima travagliata, che scivola nell’adescante illusione di una perfetta, virtuale, vita parallela che disturba quella reale.

Realisticamente, penso sia bene accostarsi a facebook con un sorriso e avere l'accortezza di diradare la frequentazione quando ci si accorge che il sorriso non è più né divertito né spontaneo. E prima che riesca a creare dipendenza.

----------------------------------------------------



12 commenti:

Lucignolo ha detto...

Olà cica !

Dipende sempre dal chi siamo,
l'idea di rinunciare a qualcosa preventivamente per paura delle delusioni, io la scarterei.
Solo a posteriori riesci a quantificare quanto bene e quanto male hai racoolto in una storia, e l'importante non è mai il bilancio, ma averla vissuta.
Questo è solo enunciare un principio, poi sappiamo un poco tutti che si prendono batoste che lasciano il segno, ma così è la vita vissuta.

Facebook, di cui dovrei non parlare perchè me ne tengo fuori,
è il riconoscimento del branco...
poi che nel branco ognuno si rapporti in modo "particolare" con altri membri del gruppo sono dinamiche che esulano dallo strumento di riconoscimento di appartenenza.

Voglio dire, che gli errori sono insiti nella personalità di chi li compie non nel mezzo tecnologico e nelle sue forme di aggregazione.

C'è chi pensa veloce e chi ha bisogno di riflettere, se la cadenza dei pensieri non è la stessa, è solo un arricchimento,
finchè non raggiungo una persona nell'intimità dei pensieri non la conoscerò e dovrò stare molto attento a giudicarla; quasi certamente anche avendola raggiunta una parte di lei mi sfuggirà.

Ogni mezzo di scambio è positivo,
all'utilizzatore tutto l'onere o il piacere di approfondire o meno.

Bhè, discorso lungo, ciao Renatuzza !

Renata ha detto...

O.K. LUCIGNOLO !

Il tuo commento completa e approfondisce. Molto bello e condivisibile.

Un abbraccio dalla tua amica renatuzza e.... buena vida, queridissimo.

Alessandra ha detto...

non saprei dare un giudizio! non sono iscritta e non ho mai approfondito l'argomento da sapere come funziona e chi lo frequenta. Molti ne parlano male ma hanno un account...non so!
un abbraccione Renata!
Ale

Renata ha detto...

ALESSANDRA, sono passata da te e.....ho capito perché non hai tempo per facebook.
Il tuo tempo e impiegato molto, molto, molto meglio.
L'abbraccio è stritolante.renata

Alessandra ha detto...

Oh! Renata cara! sorrido!!!
quel che hai trovato da me è una opportunità meravigliosa: lavorando insieme si uniscono cuori e menti e generazioni!!!!! è bellissimo partecipare a questo progetto! un peccato dover pensare alla privacy e non poter pubblicare alcune foto :-)
il blog è già "impegnativo" e i suoi tempi sono i miei ...lenti! mi piace assaporare i vostri post e rimurginarci su... tra lavoro, casa ecc. non ho sempre molto tempo e buttarmi anche su fb non mi pare il caso :-)
grazie per l'abbraccio! ricambio con gioia.
Ale

riri ha detto...

Cara muccina mi ero iscritta per curiosità, poi non mi è piaciuto, condivido l'opinione di Lucignolo, una vetrina per mettersi in mostra (non per tutti chiaramente), ma la maggior parte degli iscritti hanno bisogno di mettersi in evidenza, con foto, poesie ammiccamenti e varie e forse l'unica risposta è propria quella: spinge a volte la solitudine, la voglia di conoscere ed il pericolo che ne consegue...
baci mia cara dolce Signora.

Cindry ha detto...

Facebook non mi è simpatico.
Fiera delle vanità... hai trovato un nome che gli si addice molto.
Tutti devono essere iscritti e tutti devono avere una bella collezione di amici.
Il fatto che io abbia un blog e scriva su diversi forum tematici è poco importante se poi non sono iscritta a facebook, la gente quando lo dico strabuzza gli occhi incredula.
Facebook da dipendenza? Anche il blog può dare dipendenza, o il cellulare, o la cioccolata...
Credo che ci siano un sacco di cose che possono darci dipendenza. Come hai detto tu, sta a noi capire quando il gioco ci sta facendo perdere la serenità e cercare di razionalizzare.
Può essere divertente la passeggiata in centro il sabato pomeriggio, ma se si incomincia a passeggiare il lunedì mattina, il martedì pomeriggio, tutti i giorni nella pausa pranzo e un giretto la notte perchè non si riesce più a dormire c'è qualcosa che non va.

Renata ha detto...

RIRI, mi fa piacere la condivisione ! Avevo paura di essere "un pesce fuor d'acqua". Invece.....
Un bacione sempre affettuoso a te a Nicola e al tuo nipotino.
-----------------------------------
CINDRY - Sei andata anche tu al centro del problema e confermo che se non ti serve "per proporti" non è certo il posto per te. Capisco chi ha un'attività da pubblicizzare e io stessa mi ci sono avvicinata per curiosità, ma sono rimasta - come ho precisato - perplessa. E' un'esprienza che serve per dire "so di cosa si sta parlando. Un abbraccio.

Romano ha detto...

Io non l'utilizzo ;)

Un caro saluto

Renata ha detto...

Ciao Romano. Grazie per la gradita visita. Buona nanna.

Luigina ha detto...

Muccina hai fatto un'analisi del fenomeno FB che condivido insieme alle precisazioni di Lucignolo e di chi ha commentato poi. Personalmente detesto il "libro delle facce" e non mi iscriverò mai: in famiglia ne basta uno;) Ne parlavo proprio ieri sera con Jasna: a mio parere ha ucciso i blog. Anch'io come Alessandra ho bisogno di tempi lunghi e FB mi pare una giostra che non si ferma mai e da cui non si riesce più a scendere, anche volendo. Buona notte muccina

Renata ha detto...

Ciao Luigina, hai proprio ragione e- alla luce dei risultati - chiudero anch'io molto presto. Buona giornata.